ascoltato per voi

Villacaccia di Lestizza (UD), 4 Agosto 2009
Agriturismo ai Colonos

     Dopo aver esordito con una interessante riflessione sul tema della biodiversitÓ in chiave friulana e in un'ottica di ecologia sociale, la rassegna di Avostanis prosegue all'insegna dell'incontro e del dialogo con le altre culture. Ad aprire questo filone, che a settembre vedrÓ la presenza dell'artista sudafricana internazionale Esther Mahlangu e dell'indiano messicano Aldo Gonzales Rojas, sarÓ il concerto "Alexian ta la chave - Alexian e famiglia" che si terrÓ domani sera alle ore 21 nell'aia dell'agriturismo Ai Colonos di Villacaccia.
La serata avrÓ come protagonista eccezionale il musicista rom Santino Spinelli, ambasciatore dell'arte e della cultura romaný nel mondo, che eseguirÓ un affascinante repertorio, accompagnato dai tre figli: Gennaro al violino e alle percussioni, Evedise all'arpa e Giulia come voce recitante. Alexian, grande virtuoso della fisarmonica e dotato di una voce di particolare forza  espressiva,  presenterÓ assieme ai giovani figli un affresco musicale dei diversi stili musicali romanŔs.

Concerto
ALEXIAN TA LA CHAVE

Il gruppo Ŕ composto da:
Alexian Santino Spinelli (Fisarmonica e voce)
Gennaro Spinelli (violino e percussioni)
Evedise Spinelli (arpa)
Giulia Spinelli (voce recitante)



        
 ESTRATTI

Alexian Ta Le Chave
http://www.alexian.it/intro_italiano.htm

     Grande successo per il concerto di Alexian ta le ChavŔ al festival Avostanis 2009, svoltosi ai Colonos di Villacaccia di Lestizza (UD) il 4 agosto scorso.  Con Alexian sul palco c'erano i suoi tre figli: Gennaro, Giulia ed Evedise. Special Guest Vanni Floreani, Leader dei Furclap. Lo spettacolo Ŕ unico nel suo genere perchŔ il gruppo familiare di Alexian tiene viva una tradizione millenaria... quella dei rom italiani presenti sulla penisola giÓ dalla fine del 1400. Accompagnato dai figli, Alexian presenta un coloratissimo affresco musicale degli stili musicali romanŔs: un fantastico viaggio nella varietÓ ed il grande fascino di una cultura millenaria. Musica romaný, legata da sempre ai momenti pi¨ importanti della vita: nostalgia, passione, energia, sensualitÓ, allegria si succedono in una variopinta festa rom da ballare e da cantare.  Non mancano i momenti di riflessione con le poesie recitate in lingua romaný ed in italino da Alexian e da Giulia che insieme a Vanni Floreani ha recitato un testo classico della tradizione friulana. La serata si Ŕ svolta all'insegna dell'interculturalitÓ, in repertorio brani tipici della tradizione friulana e della tradizione romanes ai quali il folto pubblico ha risposto con entusiasmo.
     Un gruppo familiare che tiene viva una tradizione millenaria... quella dei rom italiani. Canti, musiche e poesie in lingua romaný per un viaggio artistico e culturale, originale, suggestivo ed emozionante. Alexian Santino Spinelli: virtuoso della fisarmonica e vero e proprio ambasciatore della cultura Romaný. Accompagnato dai figli, Alexian presenta un coloratissimo affresco musicale degli stili musicali romanŔs: un fantastico viaggio nella varietÓ ed il grande fascino di una cultura millenaria. Musica romaný, legata da sempre ai momenti pi¨ importanti della vita: nostalgia, passione, energia, sensualitÓ, allegria si succedono in una variopinta festa rom da ballare e da cantare.
     La Famiglia Spinelli appartiene a uno dei pi¨ antichi gruppi Rom arrivati in Italia dai Balcani alla fine del 1300 (si veda la storia di Antonio Solario detto lo Zingaro in Princkarang-conosciamoci, incontro con la tradizione dei Rom Abruzzesi, Ed. italica, Pescara, 1994, pagg. 38-44), probabili discendenti dei Rom giÓ descritti a Napoli in un documento del 1500 dove erano residenti stabilmente come viene riportato dall'odierna toponomastica (via degli zingari, piazza degli zingari...). Parlano la stessa variante della lingua romaný riportata per la prima volta dal sacerdote Florindo De Silvestri nell'opera Signorina Zingaretta del 1646 (Spinelli S., Baro Romano Drom, Meltemi, Roma, 2008, pag. 132) .


        
 ESTRATTI


 

  -.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-