appunti di viaggio

Messe a Basepente

     Scrivendo questi appunti, cercher˛ di tradurre in parole le emozioni che ho provato... biel lant a Messe a Basepente, e quelle ancora pi¨ intense vissute durante le operazioni di trasferimento delle tracce digitali dal DAT al computer.
     Era da tanto tempo che nell'attraversare Basagliapenta, mi balenava l'idea di includere quella localitÓ tra i possibili obbiettivi per la rubrica "Biel lant a Messe", preoccupato solo dal timore che il sacerdote che regge quella parrocchia fosse una persona poco disponibile a tollerare le mie "interferenze" durante la celebrazione dell'Eucaristia.
     Di pre Antoni Beline non avevo letto grandi cose se non qualche breve articolo sulla Vita Cattolica, ma sapevo essere sua l'opera di traduzione in friulano della bibbia, compreso il Vangelo della Domenica, che ogni settimana compare sulla prima pagina del nostro sito.
     Ecco come il Dizionario Friulano descrive Pier Antonio Bellina...

BELLINA / BELINE, Pier Antonio, sacerdote, insegnante, scrittore, traduttore (n. Venzone 1941). ╚ stato ordinato nel 1965. Ha esercitato il ministero a Valle e Rivalpo in Carnia e a Basagliapenta di Basiliano. ╚ considerato l'enfant terrible del Furlanentum per la sua verve polemica. Dal 1979 al 1988 ha firmato come responsabile il mensile "La Patrie dal Friűl". In collaborazione con F. Placereani ha tradotto la Bibbia in friulano. Ha scritto parecchio in prosa, qualcosa in versi. Nel 1981 ha avuto il premio letterario San Simon per la prosa.
 
Bibl.: Par am˘r o par fuarce?, DavÔr 1975; Si˘r santul, DavÔr 1976; Misteris glori˘s (Vitis di un predi e de s˘ int), DavÔr 1980; Tiere di cunfin, Udine 1982; Vanseli par un popul B-C-A, Udine 1984, Ý88, Ý90; La Bibie par furlan: un at di fede, un fat di culture, GPF II, 1984; Pre Pitin, Codroipo 1986; Fantasticant..., Udine 1990. Cfr.: D'Ar. III, 473; L. Sinesio, Territorio ed identitÓ linguistica dei friulani, tesi di laurea, facoltÓ di scienze politiche, UniversitÓ di Trieste, a. a. 1990-91
.

     La giornata di Domenica 23 si preannunziava molto intensa, con la partecipazione ad una Messa cantata dal Coro dell'UTE di Monfalcone alle 18 del pomeriggio all'Abbazia di Rosazzo, seguito da un concerto alle 20.30 in quel di San Pier d'Isonzo. Per assolvere a questi impegni, ho delegato il mio collaboratore Devis Macor, a documentare i festeggiamenti per la "Sensa", la sagra paesana di Leproso. Queste sono state le ragioni per cui ho rinunziato al mio progetto iniziale di oltrepassare il Tagliamento per andare e Messa, e di limitare il percorso fermandomi a Basagliapenta... ed affrontare eventuali rischi...
     I miei timori sono svaniti dopo pochi secondi dal mio primo contatto con pre Antoni, che si Ŕ rivelato una persona molto disponibile e oserei dire dolce.
     Prima dell'inizio dell'Eucaristia, ho fatto in tempo a modificare la predisposizione del mio sistema di registrazione, con l'impiego del mio microfono a capsule separate ęAldo Taboga, che permette di registrare tutto quello che passa attraverso l'impianto amplificato della chiesa, e l'audio dell'ambientale ed avere successivamente la possibilitÓ di mixaggio. Ascoltando il canto d'inizio, ho capito che avrei assistito ad una bella Messa in friulano, e che certi testi erano stati ben adattati ad arie famose. Ho seguito con vera emozione la cerimonia, seduto vicino ad una signora di una certa etÓ, che cantava con una voce dolcissima, voce che riesco a riconoscere chiaramente riascoltando i brani registrati.
     Alla fine della Messa, quando pre Toni Ŕ calato tra la gente per salutare i suoi parrocchiani, l'ho pregato di posare con me per una foto. Sono veramente orgoglioso di aver conosciuto una persona straordinaria come pre Toni Beline, che, sebbene seriamente sofferente nel corpo, ha la forza di trasmettere tanta energia spirituale.

 vedere anche >>>